FIGC Settore Tecnico Coverciano - Federazione Italiana Giuoco Calcio FIGC Settore Tecnico Coverciano - Federazione Italiana Giuoco Calcio

AULA INTERATTIVA

  • documentiDocumenti FIGC Settore Tecnico Coverciano - Federazione Italiana Giuoco Calcio


  • photogalleryFIGC Settore Tecnico Coverciano - Federazione Italiana Giuoco Calcio

  • videogalleryFIGC Settore Tecnico Coverciano - Federazione Italiana Giuoco Calcio

  • faqFIGC Settore Tecnico Coverciano - Federazione Italiana Giuoco Calcio

  • normativaFIGC Settore Tecnico Coverciano - Federazione Italiana Giuoco Calcio

22/4/2013

I MOVIMENTI DELLA DIFESA NEI MODULI A 3 E A 4

Rispondi
Commento
Nome
Cognome
Mail
Dibattito Live
  • Mario Beretta dà il benvenuto a tutti gli utenti che partecipano al dibattito

    Messaggio inviato da Settore Tecnico
  • vorrei sapere in che modo i movimenti difensivi nella difesa a tre o a quattro influenzano le ripartenze. Grazie e complimenti per l'iniziativa.

    Intervento di antonio de franco

    vorrei sapere in che modo i movimenti difensivi nella difesa a tre o a quattro influenzano le ripartenze. Grazie e complimenti per l'iniziativa

  • Meglio la difesa a 3 o la difesa a 5 contro una squadra che si schiera con il 4-3-3?

    Intervento di Aldo Piccoli

    Se posseggo tre difensori abili nell'1 vs 1 posso anche giocare "in parità numerica", quindi 3 vs 3 (vedi l'Ajax degli anni '90); altrimenti si può giocare con una difesa a 5 con lo scivolamento sulla punta esterna in possesso di palla del difensore centrale di parte, e chiusura in diagonale dell'esterno opposto.

  • Nella difesa a 4, in fase di possesso palla, lei vuole che i due terzini siano entrambi attivi nella prsione offensiva o preferisce che uno dei due rimanga in copertura se l'altro partecipa all'azione d'attacco?

    Intervento di Paolo Berresi

    Preferisco che uno dei due rimanga in copertura alllineandosi con i due centrali difensivi

  • Buonasera Mister. Quali sono secondo lei le caratteristiche dei singoli giocatori che influenzano la scelta fra i due sistemi difensivi?

    Intervento di alberto panigatti

    Nel modulo a 3, sempre che sia un modulo a 3 e non a 5, i due esterni dovrebbero essere portati un po' più alla fase offensiva; in questo modo possono attaccare entrambi ma abbiamo sempre una copertura. Nel sistema di gioco con 4 difensori i due esterni devono essetre in grado di fare innanzitutto la fase difensiva e poi, nel caso, anche la fase offensiva. Nel sistema a 3 si tende ad avere giocatori che siano in grado di muovere palla con buona tecnica (non che nella difesa a 4 non debbano averne) che deve essere naturalmente condivisa dai due centrali nella difesa a 4. Nel calcio di oggi si tende più ad aver giocatori centrali in grado di essere forti dal punto di vista fisico per il gioco aereo, e veloci.

  • Salve mister,qual'è la difesa che preferisce usare?

    Intervento di Giancarlo Miuccio

    Preferisco usare la difesa a 4 perché mi permette di non dover eventualmente cambiare incontrando una squadra che gioca, ad esempio, con il 4-3-3. Perché se dovessi giocare con una difesa a 3 e i miei difensori non se la sentissero in certe situazioni di affrontare gli attaccanti in parità numerica sarei obbligato a variare la mia linea difensiva. Vorrei inoltre sottolineare come la difesa a 4 mi permetta di giocare contro qualsiasi sistema di gioco senza dover reimpostare in poco tempo la linea difensiva.

  • Quali sono i principi di marcatura che preferisce contro un cross dal fondo? Si marca l'uomo o la zona? E i principi differiscono se si gioca a 3 o a 4?

    Intervento di Stefano Manzi

    I principi sono sempre quelli, sia nella difesa a 3 che nella difesa a 4. Nei cross preferisco che il punto di riferimento sia l'avversario e non la palla, con l'unica differenza che il centrale posizionato dalla parte del cross copra la zona del primo palo.

  • Cosa cambia per l'eventuale centrocamista centrale nella adizione di una difesa a 3 o a 4?

    Intervento di Paolo BALDI

    Cambia che in una difesa a 4 un centrocampista centrale deve essere molto bravo nella funzione di schermo difensivo mentre nella difesa a 3 essendoci un difensore in più centralmente si può ovviare ad una minor abilità difensiva del centrocampista centrale

  • Salve,lavora molto con i giocatori per migliorare la posizione del corpo rispetto alla palla e all’attaccante. Mi può fare un esempio per una esercitazione didattica?

    Intervento di giancarlo Miuccio

    Sì, ci lavoro molto anche se sono dell'idea che su questo bisognerebbe lavorare molto nei settori giovanili prima che sia troppo tardi; però ci sono esercitazioni, ad esempio il 2 vs 1, attacco dell'uomo con la palla e isolamento dell'altro uomo per poter giocare 1 vs 1. Il difensore si posiziona sulla traiettoria del passaggio riducendo quindi la situazione ad 1 vs 1. Un'altra esercitazione per la posizione del corpo per poter essere sempre nella condizione migliore per una maggior ampiezza di visione di campo: 1 vs 1 in modo passivo spostando la palla nelle varie porzioni di campo in senso orizzontale variando la posizione del corpo a seconda che la palla sia all'interno della nostra linea longitudinale rispetto alla porta, che all'esterno.

  • Quanto la tipologia dei centrocampisti che ho a disposizione può determinare la scelta di giocare con una linea di difesa a 3 o a 4?

    Intervento di alberto panigatti

    Se ho un centrocampista molto abile nella fase di costruzione e non particolarmente propenso alla fase di non possesso, allora potrei optare per un centrocampo a 3 e una difesa anch'essa a 3. Invece se avessi due centrocampisti che si compensano l'un l'altro come coppia centrale - uno più difensivo e l'altro più organizzatore di gioco - allora posso scegliere la difesa a 4.

  • Buonasera mister che caratteristiche devono avere i suoi giocatori in una difesa a tre?

    Intervento di Umberto Nocera

    Come dicevo prima, nel calcio attuale i 3 difensori devono assomigliarsi abbastanza come caratteristiche: buona tecnica individuale, buone qualità fisico-atletiche e abilità nel gioco aereo, oltre naturalmente alle qualità tattiche su cui noi allenatori dobbiamo costantemente lavorare; e secondo me questi tre giocatori devono essere coraggiosi nel cercare l'anticipo e quindi essere propositivi.

  • Parlando del reparto di centrocampo, lei crede che il ruolo del mediano basso cambi notevolmente avendo alle spalle una difesa a 3 o a 4?

    Intervento di Valerio Borselli

    Sì, perché avendo una difesa a 4 alle spalle - quindi con 2 difensori centrali - la mancata presa di posizione in fase di non possesso può penalizzare centralmente la linea difensiva. Diversamente, avendo alle spalle una difesa a 3, si può ovviare maggiormente alla non presenza del centrocampista centrale.

  • Ritornando alla domanda posta precedentemente sul posizionamento del corpo dei giocatori, nella difesa a 4 preferisce che il terzino, nell'uno contro uno, inviti il giocatore avversario verso l'interno per favorire il raddoppio del centrale o verso l'esterno?

    Intervento di Mauro Germer

    Preferisco sempre che l'esterno difensivo inviti ad andare sull'esterno in quanto ha meno porzione di campo a disposizione e perché dall'esterno per poter fare gol occorre comunque andare all'interno richiedendo così un tempo in più di gioco, e quindi un tempo in più di gioco significa la possibilità per riposizionarsi al meglio nella linea difensiva.

  • gli spazi tra i reparti cambiano nelle due fasi se si sceglie di usare la difesa atre o difesa a quattro ?
    grazie e complimenti per questa novita'

    Intervento di bartolomeo corposanto

    Potrebbero cambiare in funzione del centrocampo. Un centrocampo che comprende un centrocanmpista centrale potrebbe collegare la linea difensiva e il centrocampo; in un sistema di gioco dove è presente un trequartista, invece, è assicurato il collegamento fra il centrocampo e le punte. Nei sistemi di gioco che non prevedono centrocampista centrale e trequartista è importante che i reparti siano sempre molto vicini, soprettutto in fase di non possesso, per evitare di concedere spazi alla squadra avversaria

  • Essendo prossima la chiusura del dibattito live vi preghiamo di non inviare ulteriori domande. Verrà risposto alle domande finora pervenute. Vi invitiamo, quindi, a rimanere on line.

    Messaggio inviato da Settore Tecnico
  • PER STIMOLARE L'INTERAZIONE E L'AFFIATAMENTO AI DIFENSORI QUALE ESERCIZIO MI CONSIGLIA? BUON LAVORO

    Intervento di CESIDIO COLANTONIO

    Avevo risposto ma evidentemente la risposta è andata persa. Proponevo l'esercitazione di attacco ai colori con attacco e copertura centrale e laterale nella porzione di campo dei 10 metri circa fuori dall'area ricercando la cooperazione nella copertura al compagno che attacca il colore. Quindi con una linea di copertura e di conseguenza la cooperazione nel guardare la propria posizione, del compagno che attacca la palla e dei compagni che danno la copertura. La stessa cosa con uomini e palla, quindi attacco a uomini e palla con circolazione della stessa e conseguentemente mobilità della linea difensiva. E' importante che tutti difensori siano allenati ad usare un linguaggio univoco in funzione di un'azione codificata in precedenza.

  • Come schiera la difesa a 3 o a 4 sulle palle inattive?

    Intervento di Massimo Mureddu

    Immagino che lei si riferisca ai calci di punizione da trequarti: rimane la linea difensiva stabilita dal nostro sistema di gioco. Nel caso di rinvio dal fondo da parte del portiere avversario può capitare che una difesa a 4 si trovi contro 5 avversari; io rimango con la difesa a 4, con uno che attacca la palla e la copertura preventiva degli altri 3.

  • Buonasera mister. In una difesa a 4 , come pensa debbano comportarsi i due centrali qualora dovessero essere attaccati da due avversari, uno che punta con la palla e l'altro che esegue un taglio dietro uno dei due centrali, in un ipotetico due contro due su contropiede subìto? (i terzini sono in ritardo perche' hanno attaccato...) Grazie.

    Intervento di Fabio Asoni

    Suppongo che il taglio sia effettuato alle spalle del centrale che va ad aggredire il portatore di palla; in questo caso l'altro centrale segue il movimento di taglio; se il portatore di palla tarda la giocata il centrale lascia andare l'attaccante che va in fuori gioco e va in copertura del compagno

  • Come secondo Lei, deve essere il
    posizionamento del difensore in
    fase di copertura, quando l'avversario e' sulla stessa linea della palla?

    Intervento di Marco Avanzati

    Poniamo il caso di un 2 vs 2 dove il compagno dell'attaccante sia posizionato sulla stessa linea della palla. Il centrale dalla parte della palla attacca la palla, l'altro rimane in copertura non posizionandosi in marcatura stretta sul'altra punta

  • Si ringraziano tutti coloro che sono intervenuti.
    Il dibattito è stato archiviato e potrà essere visualizzato, completo dell’intera discussione, ordinata dal primo all’ultimo intervento.

    Messaggio inviato da Settore Tecnico
Rispondi
Commento
Nome
Cognome
Mail